[FL 3396]  Classici del Tomismo: Tommaso de Vio: De nominum analogia

Semestre I
mercoledì 16:30 - 18:15

Informazioni sul corso

Prof: JINDRáčEK, Efrem
Email: efrem@pust.it
Lingua: Italiano
Programma: Licenza
ECTS: 3
Programma:
Semestre I
mercoledì 16:30 - 18:15

Introduzione

Tommaso de Vio da Gaeta OP, detto il Gaetano (1469-1534) rappresenta uno dei più influenti tomisti in tutta la storia del pensiero occidentale. Difficilmente possiamo trovare qualche tema sia filosofico che teologico, in cui il Gaetano non abbia contribuito o espresso la sua posizione. A parte il suo celebre commento alla Summa theologiae, il giovane Gaetano scrisse nel 1498 il non meno conosciuto opuscolo De nominum analogia, fin ad oggi studiato, lodato e spesso pure aspramente criticato. Questo corso offre una lettura guidata dell’opuscolo, seguendo ed analizzano i singoli passi, argomenti, fonti e conseguenze sia nel contesto storico ma soprattutto dal punto di vista speculativo, per poter filosoficamente valutare quello che presenta. La conoscenza del latino è indispensabile!

Bibliografia

Bibliografia : Thomas de Vio: De nominum analogia. Roma, Angelicum, 1952; Earline Jennifer Ashworth, Analogical Concepts: the Fourteenth-Century Background to Cajetan, Dialogue. 31 (1992), pp. 399-413; Marie-Joseph Congar, Bio-bibliographie de Cajetan, Revue thomiste. 39 (1934-35), pp. 3-36; Domenic D’Ettore, Analogy after Aquinas. Logical problems, Thomistic answers, Catholic University of America Press, Washington D.C. 2019, pp. 126-144; Josef Fulko Groner, Kardinal Cajetan. Eine Gestalt aus der Reformationszeit, Fribourg - Louvain: Société Philosophique - É. Nauwelaerts, 1951; Joshua P. Hochschild, The semantics of analogy. Rereading Cajetan's De nominum analogia. Notre Dame (Ind.): University of Notre Dame, 2010; Franco Riva, Analogia e univocità in Tommaso de Vio "Gaetano". Vita e Pensiero, Milano 1995