ORDINE DEGLI STUDI AA 2018/2019 AGGIORNATO

Il curriculum degli studi della Facoltà di diritto canonico comprende tre cicli, in conformità a quanto disposto dalla Costituzione Apostolica Veritatis Gaudium. Oltre alle lezioni magistrali sulle discipline ordinarie ed a corsi opzionali, sono previste attività di tipo seminariale ed esercitazioni pratiche. Gli studenti possono liberamente ricorrere ai docenti per colloqui di approfondimento e di chiarificazione.

ORDINE DEGLI STUDI AGGIORNATO

PRIMO CICLO, PURAMENTE PREPARATORIO: consta di quattro semestri (due anni) ed è rivolto a coloro che non sono in possesso di una formazione filosofica e teologica; nessuna eccezione è concessa a coloro che hanno già una laurea in diritto civile. Il I ciclo è dedicato allo studio delle istituzioni del diritto canonico e delle discipline filosofiche e teologiche che sono richieste per la formazione in diritto canonico.

 

Nel primo ciclo, le materie obbligatorie sono le seguenti:

a) Elementi di filosofia: antropologia filosofica, metafisica, etica;

b) Elementi di teologia: introduzione alla Sacra Scrittura; Teologia fondamentale: rivelazione divina, sua trasmissione e credibilità; Teologia trinitaria, cristologia; Trattato di Grazia, ecclesiologia, teologia sacramentale, sia generale che speciale; Teologia morale fondamentale e teologia morale speciale;

c) Diritto canonico;

d) Latino

I corsi possono essere seguiti presso le Facoltà di Filosofia e Teologia o l’I.S.S.R. Mater Ecclesiae della nostra Università (programma ad hoc per studenti del primo ciclo della Facoltà di Diritto Canonico). Ciò non esclude la possibilità di non frequentare altri centri di studio di status equivalente.

ORDINE DEGLI STUDI AGGIORNATO

SECONDO CICLO: Gli studenti che hanno completato il I ciclo o la formazione filosofico teologica in un Seminario o in una Facoltà teologica, a meno che, tengano conto che il decano può decidere che un candidato necessita di un’ ulteriore conoscenza della Lingua latina e/o delle Istituzioni di Diritto canonico.

In ogni caso, tutti gli studenti dovranno sostenere un colloquio col Decano per essere accettati e concordare il piano di studi. Gli studenti che hanno completato il primo anno del primo ciclo, previo consenso del Decano, possono iscriversi al primo anno della Licenza come studenti straordinari. In tal caso, potranno seguire e sostenere gli esami della Licenza e provvedere a completare gli esami mancanti al curriculum teologico – filosofico. Il termine ultimo entro cui completare l’iter è tassativamente di un anno.

Il secondo ciclo consta di tre anni di corso di studio ovvero sei semestri, ed è dedicato allo studio dell’intero Codice di Diritto Canonico, nonché alla altre  legislazioni che comprendono sia le Fonti sia magisteriali che disciplinari.

Durante questo periodo, gli studenti vengono introdotti al lavoro scientifico attraverso la ricerca pratica, in particolare sulle fonti.

Gli studenti sono tenuti a seguire almeno un corso opzionale e un seminario sotto la supervisione di un professore della facoltà.

Le discipline di carattere introduttivo – fondamentale (I anno) vengono impartite ogni anno mentre le altre discipline (II e III anno) ad anni alterni.

La sezione II: III/A è quella offerta durante l’anno accademico 2018-2019.

La registrazione è consentita solo a settembre poiché l’anno accademico è costruito in modo tale da fornire conoscenze elementari senza le quali non è possibile proseguire gli studi.

È richiesta una frequenza regolare a corsi e seminari.

ESAMI DI GRADO – LA LICENZA

Dissertazione scritta

Prima della conclusione del ciclo lo studente dovrà presentare una congrua dissertazione scritta  di 50-100 pagg. che dimostri la sua capacità di lavorare a livello scientifico e dimostrando le proprie competenze per accedere al terzo ciclo. Lo studente redige il progetto d’accordo col suo Moderatore e questo soltanto darà il giudizio ed il voto. Lo studente dovrà presentare al Decano il modulo debitamente compilato,  per l’approvazione del titolo della tesi di licenza e del moderatore prescelto. Il decano prenderà visione di tutte le domande e nel caso in cui un professore/moderatore abbia troppe richieste, egli potrà decidere che lo studente cambi titolo della tesina e/o il moderatore.

Nella redazione del lavoro scritto lo studente dovrà raccordarsi di volta in volta col suo moderatore che difatti, darà il giudizio e il voto. Al termine del lavoro lo studente dovrà compilare l’apposito modulo da ritirare in Segreteria di Facoltà e consegnarlo al Moderatore che provvederà a dare un voto sulla tesina . Detto modulo dovrà essere depositato in Segreteria Generale entro il 6 maggio 2019 qualora il conseguimento della Licenza è previsto nella sessione estiva; entro il 30 settembre 2019 qualora si concluda nella sessione autunnale.

Esame de Universo Iure

Detto esame orale di Licenza si svolge per lo spazio di sessanta minuti, davanti a quattro esaminatori sugli argomenti contenuti nell’elenco Argumenta proposita proexamine ad Licentiam in Iure Canonico consequendam .
I membri della Commissione possono interrogare su tutte le materie, senza limitarsi alle materie da loro insegnate. Come stabilito il 27 marzo 2014 dalla Congregatio de Istitutione Catholica, tutte le materie codiciali sono discipline obbligatorie. L’esame finale non può avere luogo prima che lo studente abbia adempiuto tutti gli altri requisiti accademici. Lo studente entro due settimane prima della data di esame, dovrà compilare il modulo  in ogni parte ed ivi depositarlo. Per gli studenti fuori corso sarà inoltre presente la possibilità di sostenere l’esame di Licenza nella sessione invernale: la data e i termini dovranno essere concordati col Decano.

ORDINE DEGLI STUDI AGGIORNATO

TERZO CICLO: Solo gli studenti che hanno conseguito con successo la laurea in licenza con un voto minimo complessivo di 8,5 / 10 possono registrarsi nel terzo ciclo. La media dei voti della Licenza è basata sugli esami e sui seminari del secondo ciclo, della tesi e dell’esame completo della Licenza De universo Iure. I potenziali studenti del terzo ciclo devono anche dimostrare la propria capacità di condurre ricerche e produrre un lavoro scientifico. Il Decano deciderà, caso per caso, chi ha diritto a registrarsi nel terzo ciclo. Gli studenti provenienti da altre università dovranno fornire tutta la documentazione che dimostra di avere tutti i requisiti accademici necessari per l’ammissione. Una volta accettato, lo studente può iscriversi al corso seguendo l’iter per liscrizione.

Prima fase e preparazione all’ESAME DI GRADO

Il Terzo Ciclo prevede la frequenza nel primo semestre di alcune lezioni con lo scopo di approfondire questioni speciali e di particolare rilevanza. Dette lezioni si tengono un giorno a settimana ovvero il lunedì dalle 08.30 alle 12.15; questo al fine di favorire la ricerca personale. Al termine del semestre, gli studenti dovranno sostenere l’esame in ognuna delle discipline seguite.  Lo studente dovrà nell’arco del primo semestre provvedere a scegliere un tema e presentarlo ad un  docente che sarà il Moderatore. In collaborazione con il Moderatore, si provvederà a redigere un scritto di almeno dieci pagine detto Progetto di tesi  nel quale si dovranno sviluppare in breve le motivazioni personali e scientifiche, Status Quaestionis,  ovvero l’argomento della tesi, la metodologia che si intende adottare e la bibliografia a cui si attingerà per il lavoro.

Il progetto di tesi sarà consegnato alla Segretaria di Facoltà insieme al modulo di domanda che deve essere compilato e firmato sia dallo studente che dal Moderatore.

Una volta approvato, il progetto di tesi sarà valido per cinque anni. Se lo studente non completa la sua tesi o la difesa entro questo limite di tempo, il lavoro già prodotto non sarà più valido e lo studente dovrà riavviare il suo progetto o modificare quello precedente.

In questo caso, lo studente dovrà solo pagare le tasse richieste e ricevere il PLACET del Preside.

Una volta approvato il progetto di tesi, lo studente inizierà a scrivere la sua tesi seguendo la metodologia proposta.

Al termine della stesura della tesi, per poterla difendere lo studente dovrà pagare la relativa tassa d’esame, compilare l’apposito modulo e depositarlo presso la Segreteria di Facoltà. Deve inoltre presentare tre copie della tesi di dottorato rilegate secondo le istruzioni da richiedere al Segretario Generale dell’Università. Entro una settimana dalla compilazione del modulo e dalla consegna della tesi, verrà stabilita la data  per la difesa e comunicata a tutte le parti interessate. È obbligatorio che tra la riconsegna del modulo e delle tesi e la difesa della tesi intercorra un intervallo di tempo di almeno un mese.