*click sul  link per informazioni sugli esami e la modulistica

La Facoltà offre tre cicli di studi: il primo ciclo che si conclude con il rilascio del diploma di Baccalaureato (tre anni di studio); il secondo ciclo che si conclude con il rilascio del diploma di Licenza (almeno due anni di studio) e il terzo ciclo con il quale si consegue il diploma di Dottorato (almeno tre anni di studio). Il grado di Licenza corrisponde al grado master European-style.

 

A partire dal 2003, la Santa Sede ha aderito al Processo di Bologna, che ha istituito lo Spazio europeo dell’istruzione superiore con l’intento di sostenere una maggiore compatibilità e comparabilità accademica in tutta Europa ed oltre. Pertanto, dal 2010, anche la Facoltà di Filosofia ha adottato ed utilizza costantemente la certificazione di studio secondo il criterio del Credit Transfer System (ECTS). L’attuale ordine degli studi della Facoltà segue la Costituzione Apostolica Gaudium Veritatis (2018).

*click sul  link per informazioni sugli esami e la modulistica

Il primo ciclo può essere: biennale (123 crediti) per coloro i quali vogliono accedere agli studi teologici, oppure triennale per coloro i quali vogliono proseguire gli studi filosofici e conseguire il titolo di Baccalaureato.
Gli studi comprendono corsi introduttivi a San Tommaso, la metodologia e i corsi fondamentali di logica, filosofia della natura, etica, psicologia, epistemologia, metafisica e filosofia della religione. Questi corsi fondamentali vengono integrati da un’approfondita introduzione alla storia della filosofia antica, medievale, moderna e contemporanea. Durante il proprio ciclo di studi, gli studenti ricevono indicazioni su come redigere testi accademici e devono seguire due anni d’insegnamento della lingua latina. Inoltre, è previsto un corso introduttivo al vocabolario ed alla sintassi del greco antico.

 

Per conseguire il diploma di Baccalaureato, gli studenti devono iscriversi ai corsi del terzo anno del primo ciclo. Questi corsi mirano ad approfondire alcuni aspetti dello studio della filosofia, attraverso la Storia della Filosofia, oppure di alcuni temi fondamentali della filosofia tomista e della teologia. Gli studenti sono anche tenuti ad incrementare la loro conoscenza della lingua inglese e italiana. Per ottenere il diploma di Baccalaureato, bisogna (1) frequentare tutti i predetti corsi, superare gli esami corrispondenti e (2) superare l’esame scritto a conclusione del primo ciclo.

*click sul  link per informazioni sugli esami e la modulistica

Tutti coloro che hanno conseguito un Baccalaureato ecclesiastico in Filosofia e che desiderano conseguire il grado di Licenza, devono frequentare il secondo ciclo che ha una durata biennale (120 crediti). Per gli studenti che non hanno una preparazione equivalente al livello di Baccalaureato, si prevede l’inserimento di un maggior numero di corsi nel proprio piano di studi.

 

Il secondo ciclo è stato concepito appositamente per permettere agli studenti di arrivare alla specializzazione attraverso lo studio approfondito del pensiero filosofico di San Tommaso d’Aquino (compresa la sua applicazione ai dibattiti filosofici contemporanei), delle sue radici storiche ed influenze, che sono alla base dell’insegnamento filosofico della Facoltà. Per avere un miglior approccio agli scritti originali di San Tommaso, alle sue fonti filosofiche e alla successiva tradizione tomista, gli studenti del secondo ciclo devono necessariamente avere una buona conoscenza del latino. Oltre ai corsi, per il conseguimento del grado di Licenza è necessaria, altresì, la stesura di una tesina di almeno 50 pagine, da redigere sotto la direzione di un professore della Facoltà. E’ necessario anche il superamento dell’esame di latino e degli esami conclusivi scritto e orale.

*click sul  link per informazioni sugli esami e la modulistica

Il terzo ciclo è aperto a tutti coloro che vogliono prepararsi all’insegnamento e a condurre una ricerca di tipo professionale in filosofia, che porta al conseguimento del Dottorato. All’inizio del programma, i dottorandi frequentano diversi corsi e partecipano al seminario di dottorato. Inoltre, devono redigere due lavori scritti per la lectio coram (presentazione pubblica di uno dei due progetti di ricerca), per i quali verranno seguiti da due diversi professori. I lavori dovranno riguardare argomenti che non saranno trattati nella la tesi finale. Gli studenti presentano una proposta formale scritta per il proprio progetto di tesi, che deve essere accettato dalla commissione di dottorato.
Una volta approvato il progetto, gli studenti possono continuare con la ricerca e la redazione della dissertazione, che dovrà costituire un contributo originale alla ricerca filosofica. La dissertazione deve essere difesa pubblicamente e pubblicata in tutto o in parte